La vendetta di Bergoglio contro coloro che non si sottomettono al suo anti-vangelo. Ennesimo martire. Il suo nome è Padre Gebhard

di SAMUEL COLOMBO
Ennesimo martire. Ennesimo perseguitato. Ennesimo sacerdote raggiunto dalla scure bergogliana. Ennesimo giustiziato. Calunniato. Abbandonato. Nel nome di quel dialogo che tanto si decanta. Nel nome di una misericordia che, strategicamente, si ha solo con i nemici di Cristo. Da una parte noi di Rivelazione esprimiamo solidarietà e vicinanza a padre Gebhard, scomunicato dalla neo chiesa di Bergoglio. Dall’altra invitiamo il sacerdote-martire-eroe ad esultare e a incorniciare questa scomunica. Perché è il prezzo da pagare per decidere in questi ultimi tempi di rimanere ancorati alla verità. Ecco che così il sacerdote esorcista sperimenta anche l’abbandono delle persone a lui vicine che vede essere diventate “irriconoscibili“. Sì, padre Gebhard, questo è esattamente ciò che succede quando si segue Cristo e il Vangelo. Ma lei lo sa che non è solo. Un piccolo ma indomito esercito è con lei e con tutto il sodalizio sacerdotale mariano. Che il Signore possa rendere onore e gloria a tutti i sacrifici e le sofferenze che i veri cattolici devono subire oggi nel mondo a causa del Suo nome.
MA VEDIAMO ORA ALCUNI DEI MOTIVI PER I QUALI PADRE GEBHARD È STATO SCOMUNICATO DA BERGOGLIO:1. Esprime dubbi sulla legittimità dell’elezione di Bergoglio come papa secondo le dichiarazioni del Cardinal Danneels mai smentite dal Vaticano. E basandosi sulla “Declaratio” dove Benedetto XVI non ha mai consegnato il “munus” petrino. Chiede chiarezza, trasparenza. Il Vaticano risponde “misericordiosamente” tagliandogli la testa.2. Si inginocchia davanti al Santissimo Sacramento e non davanti all’idolo pagano Pachamama. La neo chiesa di Bergoglio invece accoglie gli idoli, i riti con sciamani e il paganesimo. Nel 2019 intronizza Pachamama in Vaticano;3. Non accetta di recitare un “Padre Nostro” diverso da quello che Gesù Cristo ci ha insegnato. La neo chiesa di Bergoglio invece si sente di correggere Gesù Cristo e di cambiare le Sue parole che oggi non vanno più di moda;4. Contrario al matrimonio in Chiesa tra persone dello stesso sesso. La neo chiesa di Bergoglio invece elogia quei sacerdoti che benedicono le coppie gay all’altare e Bergoglio non si sente di giudicare (come invece fa il Vangelo di Gesù Cristo che lui dovrebbe rappresentare) il peccato contro natura;5. Non vuole rivolgersi ai massoni chiamadoli “cari fratelli nella fede. La neo chiesa di Bergoglio invece è elogiata dai massoni e c’è un dialogo continuo con loro in vista della nuova religione mondiale. Inoltre il segretario di Stato Vaticano Parolin nel 2018 è andato alla riunione del Club Bilderberg dove si incontrano i più grandi massoni del mondo. Il cardinal Ravasi scrive una lettera a quelli che lui chiama “cari fratelli massoni“;6. Riconosce la Madonna non come una donna comune ma come la mamma di Gesù nata Santa e senza peccato. La neo chiesa di Bergoglio invece ritiene che la Santa Vergine sia una donna comune, di strada, di certo non nata santa;7. Non considera (come invece ha detto Bergoglio) la via Crucis come “il fallimento di Dio. Secondo questo sacerdote (sentite in po’!) la passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo rappresentano la vittoria del bene sul male. L’uomo viene riscattato dal peccato;8. Crede all’esistenza di Purgatorio, Inferno, Paradiso. La neo chiesa di Bergoglio invece abbandona queste cose medievali;9. Crede all’esistenza del peccato e pensa che il Signore ti possa perdonare solo dopo un tuo pentimento e un tuo cammino di conversione. Secondo la neo chiesa di Bergoglio invece Dio perdona tutti indistintamente. Anche senza pentimento. Senza conversione. E il bene è ciò che tu pensi sia bene;10. Fa esorcismi, preghiere di liberazione, benedizione dei sacramentali. Rosario tutti i giorni. Messa e preghiere in latino. Indossa la talare. La neo chiesa di Bergoglio invece odia l’uso del latino e preferisce messe in bicicletta, al mare in costume, preti che dicono “io al credo non credo“, preti che danno la comunione ai musulmani, che trasformano le chiese in luoghi per aperitivi, comizi politici, sale da ballo, centri di accoglienza per immigrati clandestini, eccetera. Inoltre per ciò che riguarda il vestiario meglio se con jeans e camicia sbottonata;11. Secondo padre Gebhard la nostra guida è Gesù Cristo e bisogna sempre cercare di seguire l’esempio dei santi. Secondo la neo chiesa anche Buddha rientra tra le nostre guide. Quindi Buddha, Maometto, Gesù Cristo vanno bene uguale;12. Padre Gebhard proprio non vuole accettare di seppellire questa Chiesa cattolica antiquata (ciò che pensa Bergoglio) per accogliere l’avvento di un’unica religione mondiale nel nome del “love is love” e del globalismo;13. Non riconosce come santi Lutero e Giuda. La neo chiesa invece elogia Lutero, quasi lo canonizza e trasforma Giuda in un santo salvato da Gesù;14. Secondo padre Gebhard vaccinarsi contro il Covid non è “un atto d’amore.Per questi “gravi” motivi padre Gebhard attenterebbe all’unità della Chiesa. LUI. Non Bergoglio. Padre Ghebard. E sarebbe responsabile dello scisma all’interno della Chiesa. Lo so. Fa ridere. Ma questo è, purtroppo. Cerchiamo di far aprire gli occhi a quante più persone possibili.